Riccardo Serrini, General Manager Gruppo Prelios e AD di Prelios Credit Servicing, a RE Italy Winter Forum 2018

26 Gen 2018

"Il 2018 è l’anno della svolta per quanto riguarda gli NPL”, ha dichiarato Riccardo Serrini, direttore generale del Gruppo Prelios, a margine del RE Italy Winter Forum.

“Fino a ora se ne è parlato tantissimo con molti deal annunciati, ora però molte banche si stanno allineando e sono pronte. Per quanto riguarda le GACS, Prelios ha strutturato tre delle quattro operazioni che ci sono state negli ultimi due anni”, ha ricordato il dg Prelios. “La GACS, la cartolarizzazione pubblica, è veramente un 'free lunch' perché buona parte del prezzo viene garantito dallo Stato nella parte senior, investment grade. Ultimamente il mondo bancario si sta adeguando e la maggior parte degli istituti di credito sta andando in questa direzione”. Sul tema normative, Serrini ha affermato, "mi aspetto delle modifiche: la BCE è molto focalizzata sul sistema bancario italiano, vuole che sia in grado di ridurre il livello di NP ratio che oggi si attesta intorno al 13-14% e potrebbe scendere almeno sotto il 10%. Quello degli UTP (unlikely to pay) è forse il settore prospetticamente più interessante, perché è un'area in cui le aziende sono ancora vive. Negli UTP si lavora per rimettere le aziende in bonis per poi ripartire, e questo vede il settore immobiliare in prima fila”.