Real Estate Pills del 7 settembre, 2015

07 Set 2015

Economia

 

Borse: bene le europee, male Shanghai. La Cina rivede al ribasso PIL 2014

Salgono le borse europee confortate dal dato tedesco sulla produzione e dalle rassicurazioni del governatore della Banca Popolare Cinese: Londra guadagna lo 0,43%, Parigi lo 0,3%, Francoforte lo 0,4%, Madrid sulla parità e Milano riduce il rialzo allo 0,2%. Continuano, invece, le 'montagne russe' per i mercati cinesi: la volatilità ancora alta ha portato Shanghai a chiudere in calo del 2,5% e Shenzhen in rialzo dello 0,2%; pesano anche i nuovi dati diffusi dall'istituto statistico cinese che ha corretto al ribasso il tasso di crescita della sua economia nel 2014, portandolo dal 7,4% al 7,3%.

 

FMI: rischi dalla Cina, l'Italia accelera

Secondo quanto scritto in un documento del FMI, preparato per il G20, la moderata ripresa dell'area Euro è prevista continuare nel 2015-2016, sostenuta dai bassi prezzi del petrolio, dall'allentamento monetario e dal deprezzamento dell'euro. La crescita è prevista accelerare in Germania, Francia, Italia e soprattutto Spagna.

 

USA: ad agosto, disoccupazione al 5,1%

L'economia americana ha creato, in agosto, 173.000 posti di lavoro. Il tasso di disoccupazione è sceso al 5,1%, ai minimi dall'aprile 2008. Il numero di posti di lavoro creati negli Stati Uniti in agosto è inferiore alle attese degli analisti, che scommettevano su 204.000 posti.

 

BCE: crescita rallenta, Draghi potenzia piano acquisto titoli

Peggioramento della ripresa economica nell'Eurozona e la BCE è pronta a riaprire il suo arsenale. Il presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, infatti, tenuto conto del rallentamento del PIL e sulla bassa inflazione, decide di potenziare il piano di acquisti di titoli, quantitative easing, per fronteggiare il peggioramento del quadro economico.

 

Istat: disoccupazione e PIL, per l'Italia torna il segno positivo

L'Istat rivede al rialzo la crescita del PIL nel secondo trimestre 2015, portandola a +0,3% (da +0,2%) rispetto al primo trimestre, e a +0,7% su base annua (da +0,5%), l'aumento tendenziale più alto da quattro anni (secondo trimestre 2011). Sul fronte del mercato del lavoro, invece, si registra una netta discesa del tasso di disoccupazione, che a luglio segna un 12%, toccando i minimi dal 2013.

 

 

Mercato Immobiliare

 

CBRE: EMEA, in deciso aumento l'indice dei canoni uffici "prime"

Secondo le ultime stime di CBRE, la crescente domanda di uffici prime in tutta l'area EMEA sta favorendo l'aumento dei canoni di locazione in misura sempre più accelerata in molte città: l'EMEA Prime Office Rent Index, infatti, basato sui dati di 41 città, è in crescita del 2% annuo e si pensa che continuerà a salire in modo costante.

 

Eurostat: in Italia, 7 individui su 10 posseggono una casa, sopra la media UE

Secondo gli ultimi dati Eurostat, oltre sette italiani su dieci, il 73% vivono in case di proprietà, un tasso superiore alla media dell'eurozona (66,6%) e dell'Unione europea (70%). La Germania chiude la classifica, con poco più di un cittadino su due proprietario della propria casa (il 52,6%).

 

CRIF: ad agosto, sempre forte la domanda di mutui (+57,7% a/a)

La rilevazione del Barometro della domanda di mutui in Italia, a cura di CRIF, ha mostrato che nel mese di agosto appena concluso le richieste di mutuo presentate dalle famiglie italiane alle aziende di credito sono cresciute ancora a ritmo sostenuto, con un +57,57% rispetto allo stesso mese del 2014, tornando su livelli molto vicini a quelli precedenti la grande crisi che ha colpito il comparto nel biennio 2010-2011. Al contempo, però, continua a contrarsi l’importo medio richiesto, che si è attestato a soli € 120.511, il valore più contenuto da quando la rilevazione è in atto.