Real Estate Pills del 2 novembre, 2016

02 Nov 2016

Economia

Germania, disoccupazione a minimo record

Il tasso di disoccupazione tedesco scende, a ottobre, al 6%, minimo storico mai toccato dalla riunificazione. Il numero dei senza lavoro è sceso di 13.000 unità a 2,6 milioni, secondo i dati dell'Agenzia federale del lavoro, contro le attese degli economisti per un calo più contenuto di 1.000 unità. I dati - che si raffrontano al 6,1% di settembre - sono destagionalizzati.

Istat: Italia indietro su produttività lavoro

Italia indietro in Ue sul fronte della produttività del lavoro. Lo rileva l'Istat, spiegando che negli ultimi venti anni, nel periodo 1995-2015, la crescita media annua della produttività del lavoro in Italia (+0,3%) è risultata decisamente inferiore a quella dell'Unione europea (+1,6%), dell'area Ue15 (+1,4%) e dell'area Euro (+1,3%).

Mps prosegue calo in Borsa in giorno CdA

Mps prosegue in terreno negativo e perde il 3,3% a € 0,23, dopo che in mattinata aveva toccato il -7%. Il titolo è sotto pressione dall'inizio della seduta, nel giorno del CdA, con l'amministratore delegato Marco Morelli collegato dagli Usa dove è impegnato nel roadshow. Il titolo ha toccato il minimo il 6 ottobre scorso a € 0,16, per poi risalire e toccare € 0,34.

 

Mercato Immobiliare

CBRE: € 1,7 mld investiti in Italia nel terzo trimestre 2016

Nel terzo trimestre 2016, sono stati investiti poco più di € 1,7 mld nel mercato immobiliare italiano, in crescita del 17% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Questi alcuni dei dati che emergono dalla ricerca di CBRE sull’andamento degli investimenti nel mercato real estate nel terzo trimestre 2016.

Il volume delle transazioni dei primi 9 mesi dell’anno sale a € 5,4 mld, superiore del 5% rispetto al dato dello stesso periodo dello scorso anno. A livello europeo, invece, il volume delle transazioni dei primi 9 mesi è pari a € 163 mld, in calo del 16% rispetto al dato dello stesso periodo dello scorso anno. In questo trimestre, si registra un’inversione di tendenza per quanto riguarda il capitale domestico che ha pesato per il 51% sul totale degli investimenti, contro il 21% nel Q2 2016 (+30%).

Sentiment: si consolida la ripresa nel residenziale, ma prevale la cautela

Non si può ancora parlare di crescita, ma da alcuni parametri si evince sostanziale stabilità nell’andamento generale dell’economia, con concrete aspettative di una parziale ripresa del mercato immobiliare. Anche nel secondo quadrimestre 2016, tuttavia, permane un atteggiamento di cautela negli operatori, così come emerge dai principali risultati della ricerca Sentiment del mercato immobiliare, indagine elaborata su base quadrimestrale dal Dipartimento di Economia dell’Università di Parma, in collaborazione con Sorgente Group e Federimmobiliare.

Scenari Immobiliari: alberghiero, un mercato da € 2,4 mld nel 2016

Il turismo internazionale in Italia nel 2016 ha vissuto un anno positivo, favorito dal mutato quadro delle preferenze nelle destinazioni geografiche e dall’effetto EXPO, che ha rappresentato una forte attrattiva per i visitatori stranieri e italiani. Le buone performance turistiche hanno avuto ricadute positive sull’intera filiera del sistema ricettivo. Il fatturato del mercato immobiliare alberghiero italiano nel 2015 è arrivato a quota € 2,1 mld, registrando una variazione rispetto al 2014 di più di 10,5%. Si tratta dell’incremento più significativo degli ultimi sei anni. La vivacità del mercato si mantiene elevata nel 2016 e la stima per fine anno è di un fatturato ancora in crescita, per un ammontare pari a € 2,4 mld, con una variazione attesa di +14,3%. È quanto emerge dall’edizione 2016 del Rapporto Alberghi di Scenari Immobiliari, giunto alla decima edizione.