Real Estate Pills del 10 ottobre, 2016

10 Ott 2016

Economia

Petrolio: a NY supera $ 50, prima volta da giugno

Il prezzo del petrolio, a New York, supera per la prima volta la soglia dei $ 50 dal mese di giugno, scambiato a $ 50,16 al barile (+0,66%) 

Ocse: con Neet, Italia perde quasi 1,5 punti di PIL

Secondo l’Ocse, in Italia, la quota di popolazione tra i 15 e i 29 anni che non è né occupata, né a scuola o in formazione, i cosiddetti 'Neet', è aumentata considerevolmente durante la recessione. Una situazione preoccupante che rappresenta una perdita di circa un punto e mezzo di PIL. Prima del 2007, afferma l'Ocse, la percentuale di Neet in Italia era attorno al 20%, 4 punti sopra la media. Fra il 2007 e il 2014, il tasso è schizzato al 27%, il secondo più alto dopo la Turchia.

Istat: aumenta la produzione industriale, +4,1% ad agosto

La produzione industriale ad agosto 2016 è cresciuta dell'1,7% rispetto a luglio 2016 e del 4,1% da agosto 2015, nei dati corretti per gli effetti di calendario. Lo riferisce l'Istat, segnalando che si tratta dell'aumento tendenziale maggiore dall'agosto 2011. Tale crescita deriva da variazioni realizzate in un mese tipicamente caratterizzato da livelli di produzione molto bassi e porta a un incremento dello 0,4% nel trimestre giugno-agosto 2016, rispetto al precedente.

Confesercenti: commercio, crescono solo stranieri

Secondo l'Osservatorio Confesercenti, ad agosto 2016 le imprese etniche nel settore sono oltre 160mila, con un aumento di circa 7mila (+4,6%), rispetto all'anno precedente. Tale boom di aperture degli immigrati non ferma la desertificazione: in dodici mesi, infatti, il settore ha perso quasi 2mila negozi. Le imprese straniere battono quelle italiane anche sul fronte del lavoro, con una crescita degli addetti 7 volte sopra la media del commercio (+8,7% contro +1,7%).

 

Mercato Immobiliare

C&W: investimenti immobiliari globali a $ 1.350 mld in un anno

Gli investimenti immobiliari globali sono cresciuti fino a $ 1.350 mld, nonostante gli ultimi 12 mesi siano stati segnati da incertezza a livello mondiale, secondo l’analisi annuale di Cushman & Wakefield, resa pubblica oggi. Il report “Winning in Growth Cities” presenta i risultati di un’indagine condotta annualmente sugli investimenti in immobili commerciali a livello globale e stila una classifica delle città in base alla loro capacità di attrarre capitali. Nei 12 mesi precedenti giugno 2016, sono state le città di più grandi dimensioni a incrementare la propria quota di mercato: le prime 25 hanno catalizzato il 53,3% della spesa globale, in crescita rispetto al 52,7% dell’anno precedente.

Savills: case di cura, investiti € 2,6 mld in Europa nel primo semestre 2016

In Europa, i volumi investiti nelle case di cura hanno raggiunto € 2,6 mld nel primo semestre del 2016, il 60% in più rispetto allo stesso periodo del 2015. Lo rende noto Savills, sottolineando che gli alti livelli di attività finora registrati suggeriscono che i dati sugli investimenti per l’intero anno 2016 potrebbero arrivare a € 3,5 mld in Europa, superando quota € 3 mld registrati nel 2015. Tale forte interesse da parte degli investitori genera un’inevitabile pressione al ribasso sui rendimenti prime delle case di cura in Europa, che attualmente oscillano tra il 4,4% e il 7,5%, a seconda del Paese, della location e della qualità dell’asset