Gruppo Prelios: bilancio consolidato 2017. Ricavi +5%, EBIT +72%, PFN attiva per 1,3 milioni di euro

27 Apr 2018

OPA su azioni Prelios sopra il 95%: Squeeze Out con socio unico Lavaredo S.p.A.

Il Consiglio di Amministrazione di Prelios S.p.A. il 27 aprile scorso ha esaminato e approvato il Progetto di Bilancio e il Bilancio Consolidato 2017.

I risultati 2017 del Gruppo presieduto da Fabrizio Palenzona e guidato dal direttore generale Riccardo Serrini superano gli obiettivi comunicati al mercato con il Piano Industriale 2015-2017. Lo scorso anno il Gruppo Prelios ha registrato rispetto al precedente esercizio un significativo miglioramento di numerosi indicatori:

  • incremento del 5% dei ricavi consolidati, passati da 76,8 milioni di euro nel 2016 a 80,4 milioni di euro nell’esercizio 2017. L’incremento conferma la costante progressione dei ricavi, con un CAGR 2015-2017 del 6,6%.
  • EBIT consolidato in crescita del 72% a 6,9 milioni di euro (4,1 milioni di euro nel 2016).
  • ROS consolidato positivo e pari al 8,6%, in miglioramento rispetto al dato 2016 pari al 5%.
  • miglioramento della posizione finanziaria netta, divenuta attiva per 1,3 milioni di euro al 31 dicembre 2017 rispetto a un valore a debito di -6,5 milioni di euro a fine esercizio 2016.

Il risultato netto consolidato al 31 dicembre 2017 è negativo per 33,8 milioni di euro, a fronte dei -29,8 milioni di euro consuntivati nel 2016, principalmente a causa della svalutazione della partecipazione in Focus Investments S.p.A. In assenza della componente Investments, il risultato netto del Gruppo Prelios nel 2017 sarebbe stato positivo per circa 2,6 milioni di euro (rispetto alla perdita di 11,1 milioni di euro consuntivata nel 2016).

Dal punto di vista dell’andamento dei business, le attività di Alternative Asset Management del Gruppo Prelios – gestite da Prelios SGR e Prelios Credit Servicing – hanno registrato complessivamente ricavi per 31,5 milioni di euro, in crescita del 20,7% rispetto al dato di 26,1 milioni di euro del 2016. Il risultato della gestione è positivo per circa 7,1 milioni di euro, in crescita rispetto al dato del 2016 positivo per 5,5 milioni di euro.

Le attività Real Estate Services italiane (Prelios Integra, Prelios Agency e Prelios Valuations) ed estere (Prelios Immobilien Management e Prelios Real Estate Services, rispettivamente in Germania e Polonia) hanno registrato complessivamente ricavi per circa 49,6 milioni di euro, dato sostanzialmente in linea rispetto al 2016. Il risultato di gestione è positivo per 5,7 milioni di euro, in crescita del 5% rispetto al valore di 5,4 milioni di euro consuntivato al 31 dicembre 2016. Tale risultato è frutto dell’andamento positivo della componente italiana, che registra un avanzamento del fatturato e un deciso miglioramento della marginalità (+18%), e quello della componente estera che risente, invece, dei costi di avvio della piattaforma di investment management di Francoforte.

Nella seduta del 27 aprile il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Prelios ha inoltre preso atto dell’evoluzione e dei risultati a oggi dell’Offerta Pubblica di Acquisto obbligatoria sulla totalità delle azioni Prelios promossa da Lavaredo S.p.A. Il 23 aprile scorso, Lavaredo ha comunicato al mercato che, in esito alla procedura di Sell-Out (obbligo di acquisto da parte dell’Offerente) ancora in corso, risulterebbe titolare di una partecipazione superiore al 95% del capitale sociale di Prelios. Pertanto Lavaredo, per effetto del raggiungimento di tale soglia del 95%, darà corso a un’unica specifica procedura per l’acquisizione di diritto della totalità delle azioni Prelios – i cui termini e modalità saranno concordati con Borsa Italiana e Consob – realizzando il cosiddetto Squeeze Out e divenendo conseguentemente unico azionista della Società.

Borsa Italiana disporrà di conseguenza il delisting delle azioni Prelios dalla quotazione sul MTA, con le modalità e tempistiche che saranno successivamente rese note al mercato.

Clicca qui per il comunicato stampa integrale Prelios S.p.A. diffuso al mercato.