CS Prelios - CdA 1H2016

28 Lug 2016
Price sensitive

PRELIOS: IL CDA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2016

MIGLIORA LA GESTIONE CARATTERISTICA, AUMENTANO I RICAVI E I MARGINI

  • 34,1 €/MLN i RICAVI NEL PRIMO SEMESTRE 2016 CON UN INCREMENTO DEL 18% (29 €/MLN AL 30 GIUGNO 2015[1])
  • EBIT[2] PROSSIMO AL BREAK-EVEN (-0,3 €/MLN, -3,6 €/MLN AL 30 GIUGNO 2015)
  • RISULTATO NETTO PARI A -23,3 €/MLN (-13,1 €/MLN AL 30 GIUGNO 2015) PRINCIPALMENTE PER L’INCIDENZA DI COMPONENTI NON RICORRENTI

PROSEGUE IL RILANCIO DEL BUSINESS FOCALIZZATO SULL’ALTERNATIVE ASSET MANAGEMENT     

SERGIO CAVALLINO NOMINATO CHIEF FINANCIAL OFFICER

 

Milano, 28 luglio 2016 – Il Consiglio di Amministrazione di Prelios S.p.A. (“Prelios” o la “Società”) ha esaminato e approvato i dati semestrali al 30 giugno 2016 e provveduto a nominare Sergio Cavallino quale nuovo CFO della società, in sostituzione di Marco Andreasi che ricopre l’incarico dal 2014, a cui va la gratitudine del CDA e che resterà nel gruppo Prelios con nuovi incarichi.

I risultati riflettono il processo di rilancio e riposizionamento della società dopo il positivo perfezionamento dell’operazione straordinaria di spin off con la separazione del business degli Investimenti da quello dei Servizi (Alternative Asset Management e Real Estate Services) e di rafforzamento patrimoniale mediante aumento di capitale in opzione (l’“Operazione Straordinaria”).

In tale contesto si segnala che gli indicatori riferiti al risultato della gestione (ricavi ed EBIT) riguardano la completa contribuzione delle attività dei Servizi, cioè della società quale pure management company.

Alla determinazione del Risultato Netto di Gruppo, invece, alla luce della suddetta discontinuità a seguito dell’Operazione Straordinaria, contribuisce anche il risultato degli investimenti, con particolare riferimento alla partecipazione di Focus Investments.

 

Andamento della gestione del Gruppo al 30 giugno 2016

La società, nel primo semestre, ha registrato un aumento dei ricavi consolidati del 18% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, pari a 34,1 milioni di euro rispetto ai 29 milioni di euro al 30 giugno 2015, al netto dell’attività di investimento che, come noto, è stata oggetto di conferimento a Focus Investments S.p.A a fine 2015. L’aumento dei ricavi riflette una migliore performance sia dell’Alternative Asset Management che dei servizi immobiliari (Real Estate Services).

L’EBIT migliora rispetto al dato registrato nello stesso periodo dell’anno precedente ed è prossimo al break-even, negativo per soli -0,3 milioni di euro (-3,6 milioni di euro al 30 giugno 2015).  Un miglioramento derivante dal maggior volume d’affari, dal recupero di marginalità delle società operative e dal contenimento dei costi centrali che passano da -5,2 milioni di euro al 30 giugno 2015 a -3,7 milioni di euro del primo semestre 2016.

In merito, invece, alla partecipazione in Focus Investments ed alle marginali partecipazioni in investimenti immobiliari del Gruppo, si segnala come il risultato di periodo, pari a -13,3 milioni di euro (-4,7 milioni di euro al 30 giugno 2015) sia stato fortemente influenzato da componenti non ricorrenti e relative alle valutazioni immobiliari da parte dei periti indipendenti. Il risultato netto evidenzia una perdita pari a -23,3 milioni di euro (-13,1 milioni di euro al 30 giugno 2015). Tale trend, in controtendenza rispetto al miglioramento descritto a livello di risultato operativo, trova giustificazione in alcuni eventi non ricorrenti (intercorsi nel primo semestre 2015), in particolare riferibili alla già citata dinamica relativa alla partecipazione in Focus Investments ed a plusvalenze registrate nel 2015 sia a livello di gestione finanziaria che su attività cedute e discontinuate. La Posizione Finanziaria Netta[3] pur essendo a debito per 3 milioni di euro in conseguenza del pagamento di oneri straordinari,  mostra un deciso miglioramento rispetto al dato del 31 Dicembre 2015 pari a 184,9 milioni di euro per effetto della nota Operazione Straordinaria di rafforzamento patrimoniale.

Il Patrimonio Netto al 30 giugno 2016 è pari a 100 milioni di euro, a fronte di 66,0 milioni di euro al 31 dicembre 2015, per effetto dell’aumento di capitale conclusosi nel primo trimestre del 2016 e del risultato del periodo.

 

Andamento economico delle attività di Alternative Asset Management

Le attività di Alternative Asset Management, grazie alla combinazione dei risultati raggiunti da Prelios SGR e Prelios Credit Servicing, hanno registrato complessivamente ricavi per 12,6 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai 10,4 milioni di euro di ricavi al 30 giugno 2015 e migliorato significativamente anche la marginalità con un EBIT positivo e pari a 2 milioni di euro, negativo, invece, per 0,7 milioni di euro al 30 giugno 2015. In particolare:

  • PRELIOS SGR ha consuntivato ricavi pari a 8,2 milioni di euro in miglioramento rispetto ai 7,4 milioni di euro registrati al 30 giugno 2015. L’EBIT è positivo per 2,2 milioni di euro rispetto ai 1,1 milioni di euro al 30 giugno 2015, grazie all’incremento dei ricavi e al processo di contenimento dei costi, strutturali e occasionali. Al 30 giugno 2016, Prelios SGR gestisce complessivamente 29 fondi immobiliari alternativi (FIA) e tra questi 1 quotato, oltre a due contratti di gestione del processo di dismissione di due portafogli immobiliari. In merito all’attività di sviluppo di nuove iniziative, Prelios SGR ha costituito, nel semestre in questione, tre nuovi fondi: Fondo Bernina Social Housing, Fondo Madison Imperiale, Fondo Logita. Proseguono, inoltre, le attività per la costituzione di nuovi fondi.
  • PRELIOS Credit Servicing, la società del Gruppo che opera nel settore della gestione dei crediti in sofferenza, ha confermato, nel corso del periodo, un incremento di fatturato  consuntivando ricavi pari a 4,4 milioni di euro (3 milioni di euro al 30 giugno 2015). L’EBIT al 30 giugno migliora sensibilmente e passa dai -1,8 milioni di euro al 30 giugno 2015 ai -0,2 milioni di euro di quest’anno. Successivamente all’acquisizione di importanti masse nel 2015 (1,7 miliardi di euro), il primo semestre 2016 ha visto la società impegnata (i) nella realizzazione della prima cartolarizzazione pubblica dopo circa un decennio (ultima cartolarizzazione pubblica avvenuta nel 2007) nell’ambito del meccanismo di garanzia delle cartolarizzazioni delle sofferenze italiane (Gacs) (ii) nelle attività di due diligence e supporto nell’acquisizione di pacchetti di crediti prevalentemente secured da parte di importanti investitori internazionali (iii) nella gestione stragiudiziale di un portafoglio secured di una primaria banca italiana (iv) nell’avvio in qualità di Master e Special Servicer del nuovo programma di cartolarizzazione multioriginator che ha visto il coinvolgimento di sei principali banche italiane e (v) nel proseguimento della partnership siglata nel 2015 con un importante fondo di investimento. Nell’Aprile 2016 Prelios Credit Servicing, già iscritta all’elenco speciale ex art. 107 TUB e titolare dell’autorizzazione ex art. 115 TULPS,  ha ottenuto l’iscrizione al nuovo Albo degli Intermediari Finanziari ex art. 106 del TUB. A giugno 2016, la Società ha ricevuto l’upgrading del rating da parte dell’agenzia Fitch (nuovo rating pari a Rss2+/Css2+); tale riconoscimento è dovuto sostanzialmente alla stabilità del senior management team che ha consentito alla Società di migliorare la continuità operativa e di focalizzarsi nel 2015 sulle attività di business development, così come dimostrato dall’incremento dei mandati in gestione.

 

Andamento economico delle attività di Real Estate Services

Le attività di servizi immobiliari, Real Estate Services (italiani ed esteri), hanno registrato complessivamente ricavi per circa 21,2 milioni di euro ed un EBIT positivo di circa 1,3 milioni di euro. In particolare:

  • PRELIOS Integra è tra i principali operatori italiani nel settore dei servizi integrati per la gestione della proprietà immobiliare e lo sviluppo di progetti, con circa 5 miliardi di euro di valore degli immobili in gestione per oltre 5,3 milioni di metri quadrati; ha registrato ricavi pari a 9,2 milioni di euro sostanzialmente in linea con quelli registrati nello stesso periodo del 2015. Il risultato operativo (EBIT) è positivo per 0,8 milioni di euro rispetto a 1,1 milioni di euro registrati al 30 giugno 2015. Nel corso del primo semestre 2016, la società ha gestito un patrimonio immobiliare equivalente ad oltre 30.000 contratti di locazione.
  • PRELIOS Agency ha registrato ricavi per 1,2 milioni di euro in linea con i 1,3 milioni di euro registrati nello stesso periodo del 2015. L’EBIT, pur essendo pari a -0.5 milioni di euro, è in miglioramento rispetto ai -0,8 milioni di euro registrati al 30 giugno 2015. Nel corso del semestre è proseguito il processo di trasformazione da società prevalentemente dedicata ai clienti “captive” a Broker & Advisor rivolto a clienti terzi, ai quali offre servizi specializzati, ponendosi quale partner strategico nell’attività di mediazione immobiliare per investitori di natura pubblica o privata, così come per fondi immobiliari e operatori istituzionali. In particolare, nel corso del primo semestre 2016, la società ha acquisito nuovi mandati e rinnovato accordi di commercializzazione per circa 280 milioni di euro, nonché nuovi importanti incarichi per la locazione di circa 41.000 mq e canoni pari circa 4,1 milioni di euro ed un incarico di ricerca di 9.000 mq di uffici in locazione. Al 30 giugno 2016, il portafoglio di mandati di vendita ammonta a circa 0,9  miliardi di euro, a fronte di 2,3 miliardi di euro del primo semestre 2015. La riduzione è riconducibile principalmente al venir meno di taluni mandati di vendita riconducibili al Gruppo.
  • PRELIOS Valuations la società del Gruppo che opera nel settore delle valutazioni di singoli immobili e patrimoni immobiliari ad uso terziario e residenziale, ha registrato al 30 giugno 2016 ricavi per 4,6 milioni di euro, in netto miglioramento rispetto ai 2,8 milioni di euro registrati al 30 giugno 2015 e un EBIT positivo per 0,6 milioni di euro, raddoppiato rispetto ai 0,3 del primo semestre 2015. L’andamento del settore “Loan Services” ha mostrato un significativo incremento dei volumi rispetto a quanto registrato nel corso del 2015. Le commesse con una primaria banca italiana si stanno stabilizzando su un volume di posizioni di circa 28.000 unità/anno e, considerando le altre commesse per le aree “retail & small business”, la società figura tra le società leader in Italia nei servizi valutativi per le Banche (“Loan Services”). Tra le attività diverse dalle valutazioni per nuovi mutui, si segnala il rafforzamento dell’attività svolta dalla società nell’ambito delle perizie a supporto di leasing immobiliari e di azioni di repossessing. Nell’ambito dell’area “Full Appraisals” continuano le attività sia per SGR/Fondi Immobiliari che a favore di Banche Depositarie.
  • Germania i ricavi al 30 giugno 2016 dei servizi in Germania sono pari a 6,1 milioni di euro, in crescita rispetto ai 5,6 milioni registrati nello stesso periodo del 2015. L’EBIT al 30 giugno 2016 è positivo per 0,4 milioni di euro, rispetto ad un valore positivo per 1,9 milioni di euro al 30 giugno 2015, dato che aveva beneficiato di poste positive una tantum, mentre il primo semestre 2016 risente dei costi di apertura della struttura di Francoforte propedeutica all’avvio del nuovo fondo “Prelios German Retail Property Fund”, che consentirà anche alle attività in Germania la focalizzazione del business nell’Alternative Asset Management. Si segnala, al riguardo, che nel mese di giugno 2016, è stata costituita la società di diritto lussemburghese Prelios Investment Advisory S.à.r.l. (100% Prelios Deutschland GmbH) che sarà il general partner del nuovo fondo “Prelios German Retail Property Fund”. Il fondo, destinato ad investitori istituzionali internazionali, si concentrerà sulla gestione di centri commerciali, grandi magazzini ed immobili retail a Berlino ed in altre città tedesche occidentali. L’inizio dell’operatività del fondo è prevista nei primi mesi del 2017. Nel corso del primo semestre 2016, Prelios Immobilien Management, che sta sviluppando e commercializzando uno shopping center nel cuore di Husum per conto di Husum Shopping Center GmbH, di cui, una volta completato, sarà responsabile della gestione della struttura stessa, si è assicurata tre noti tenants, sottoscrivendo contratti di affitto con la catena di moda H&M, i supermercati EDEKA e i drug store DM.  
  • POLONIA la piattaforma di gestione in Polonia non ha registrato ricavi nel primo semestre (0,1 milioni di euro al 30 giugno 2015), e l’EBIT è a break even (-0,1 milioni di euro in pari data 2015). Il Gruppo è attivo in Polonia principalmente con la Prelios Real Estate Advisory Sp. z o.o., società costituita nel 2015 con l’obiettivo di fornire servizi di asset management, advisory e brokerage ad investitori ed operatori immobiliari attivi nel mercato polacco.


EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

L’andamento del primo semestre 2016 conferma l’incremento del volume d’affari, su cui il management continuerà a focalizzare, nel corso del secondo semestre, la generazione del livello di ricavi e di marginalità atteso. L'attento controllo, sia del mercato che delle controparti coinvolte, nell'ambito del più ampio processo di pianificazione economica e finanziaria del Gruppo, volto all’aggiornamento periodico delle previsioni su base annuale e pluriennale, permetterà al management di mantenere monitorato l'andamento alla Società in relazione ai target di mercato.  Va tenuto conto, infatti, che l'incremento dei volumi si basa sulla crescita organica del business e sul perfezionamento di opportunità connesse a mandati di strutturazione di operazioni immobiliari o su portafogli di crediti non performing, il cui buon esito è ancora soggetto a maturazione in conseguenze all'andamento del mercato di riferimento.

Inoltre, dal punto di vista gestionale, il secondo semestre del 2016 sarà dedicato allo sviluppo strategico attraverso una crescente focalizzazione del business e della vocazione alla gestione delle attività di Alternative Asset Management, in virtù delle elevate competenze che la Società ha dimostrato di esprimere in questi settori. Nell'ambito del processo di rafforzamento delle attività di Alternative Asset Management, potranno essere attentamente valutate eventuali opportunità di valorizzazione o partnership offerte dal mercato, con particolare riferimento alla gestione delle attività collegate ai Real Estate Services.

Un processo articolato questo, che si rifletterà sulla struttura organizzativa, con l’attuazione di una semplificazione anche societaria, già in atto, e con l’obiettivo di acquisire sempre maggiore efficienza e competitività, anche in termini di razionalizzazione dei costi, per cogliere al meglio le opportunità offerte dal mutato contesto di mercato.

In termini di prospettive di risultati, si ricorda che la Società ha approvato il Budget 2016 che confermava i target economici già comunicati al mercato con il Piano Industriale 2015-2017. Al riguardo, pur in un contesto di profonda incertezza, segnato da eventi imprevisti e tuttora imprevedibili negli effetti, come le conseguenze del voto britannico e gli esiti del Brexit sui mercati finanziari e immobiliari, nonché le difficoltà che continuano ad ostacolare lo sviluppo di un solido mercato italiano degli NPL, anche alla luce dei risultati al 30 giugno 2016, allineati al piano, e in considerazione della stagionalità dei volumi d’affari che tradizionalmente crescono di più nel secondo semestre, la Società ritiene i predetti target economici possano essere confermati:

- Fatturato della Piattaforma Servizi: tra 100 e 105 milioni di euro;

- EBIT della Piattaforma Servizi, al lordo di G&A: positivo tra 10 e 12 milioni di euro.

In conclusione, anche a seguito dell’Operazione Straordinaria di spin off e rafforzamento patrimoniale recentemente conclusa e dalle risultanze del Budget 2016 e del Piano Industriale 2015-2017, gli Amministratori di Prelios ritengono ragionevole l’assunzione che il Gruppo possa continuare ad operare in continuità.

 

Nomina Dirigente preposto alla redazione di documenti contabili

Sempre in data odierna, il Consiglio di Amministrazione, previo parere del Collegio Sindacale, ha anche nominato Sergio Cavallino quale Chief Financial Officer e Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, ai sensi dell’articolo 154-bis del Testo Unico della Finanza, in sostituzione di Marco Andreasi.

La Società ringrazia Marco Andreasi per l’intenso lavoro svolto e l’importate contributo fornito, al termine di un processo di rafforzamento e riorganizzazione del Gruppo, che intende ora valorizzare la professionalità e l’esperienza di risorse interne.

Marco Andreasi resterà ancora a far parte del gruppo Prelios ricoprendo alcuni incarichi in società controllate e fornendo il suo qualificato supporto nel settore Finance a riporto del Direttore Generale, in vista anche di opportunità che si potrebbero delineare all'interno del Gruppo.

Sergio Cavallino, laureato in Ingegneria Gestionale presso il Politecnico di Milano, è entrato nel Gruppo nel 2002, rivestendo ruoli di crescente responsabilità fino alla nomina di Head of Operations & Finance ricoperto, da ultimo, nella società controllata Prelios SGR.

Sergio Cavallino assumerà l’incarico con decorrenza 24 agosto 2016.

 

*  *  *

 

Nuove Procedure in materia di Market Abuse e Internal Dealing

Il Consiglio di Amministrazione - previo parere favorevole del Comitato per il Controllo Interno, i Rischi e la Corporate Governance - ha approvato nuove procedure in relazione alle recenti disposizioni comunitarie relative agli abusi di mercato (Regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio dell’Unione Europea del 16 aprile 2014, c.d. Market Abuse Regulation - MAR, e relativi regolamenti di esecuzione della Commissione Europea) e, segnatamente:

- la “Procedura per la gestione e la comunicazione al pubblico delle Informazioni Privilegiate e relativo Registro delle persone che hanno accesso a informazioni privilegiate”;

- la “Procedura per l’adempimento degli obblighi in materia di Internal Dealing”.

Le richiamate Procedure verranno rese disponibili sul sito internet della Società www.prelios.com, sezione Governance.

 

[1] Sono stati esclusi, dai risultati 2015, i ricavi afferenti l’attività d’investimento oggetto di conferimento in Focus Investments e deconsolidati.

[2] Per EBIT o “risultato operativo della gestione” si intende il valore composto dal risultato operativo a cui si aggiunge il risultato da partecipazioni ed il valore dei proventi da finanziamento soci, rettificati degli oneri di ristrutturazione.

[3] Esclusi i crediti per finanziamenti soci.