CS Prelios - art.114 del d.lgs. 58-98

23 Dic 2016
Price sensitive

INFORMATIVA MENSILE AI SENSI DELL’ART. 114, COMMA 5, DEL D.LGS. N. 58/98

 

Milano, 23 dicembre 2016 – In ottemperanza alla richiesta inviata da Consob il 13 settembre 2012, ai sensi dell’art. 114, comma 5, del D. Lgs. 58/1998, si forniscono le seguenti informazioni su Prelios S.p.A. e sul Gruppo ad essa facente capo, riferite alla data del 30 novembre 2016.

Si ricorda che Prelios ha portato a termine la prima fase del processo di riposizionamento del Gruppo quale “pure management company” mediante la separazione della componente di business relativa agli Investimenti da quella di gestione e servizi immobiliari a seguito del  perfezionamento della nota operazione straordinaria di conferimento ed aumento di capitale conclusasi nel mese di marzo 2016, che ha determinato un significativo miglioramento della Posizione Finanziaria Netta del Gruppo. In particolare, l’operazione  si è realizzata mediante il conferimento del Ramo d’Azienda Investimenti in Focus Investments S.p.A., società partecipata da Prelios S.p.A., Intesa Sanpaolo S.p.A., UniCredit S.p.A. e Pirelli & C., unitamente al trasferimento di una rilevante porzione del debito complessivo.

Oggi il Gruppo Prelios è quindi concentrato nel settore dei servizi, in particolare dell’Alternative Asset Management, attraverso società operative indipendenti, e costituisce una primaria piattaforma di gestione e servizi immobiliari con un’offerta completa e integrata per la valorizzazione di portafogli di terzi.

 

1) Posizione Finanziaria Netta, con l’evidenziazione delle componenti a breve separatamente da quelle a medio-lungo termine.

La Posizione Finanziaria Netta del Gruppo Prelios al 30 novembre 2016 è pari a -7,5 milioni di euro, rispetto ai -6,5 milioni di euro di ottobre 2016.

La Posizione Finanziaria Netta di Prelios S.p.A. al 30 novembre 2016 è pari a -38,5 milioni di euro, rispetto ai -39,8 milioni di euro di ottobre 2016.

Con riferimento all’operazione straordinaria descritta precedentemente e conclusasi nel mese di marzo 2016, gli effetti nel dettaglio hanno comportato un miglioramento rispetto al 31 dicembre 2015, pari a circa 177 milioni di euro, riconducibile principalmente ai flussi di cassa generati dall’operazione Centauro per complessivi 194,1 milioni di euro, di cui (i) 134,1 milioni di euro per effetto dell’operazione di spin-off della piattaforma Investment principalmente riferibile al trasferimento di una consistente porzione del debito corporate e (ii) 60,0 milioni di euro dal completamento dell’aumento di capitale. Tale dinamica, che rappresenta i flussi a livello di Gruppo, era già in parte riflessa a livello di Prelios S.p.A. al 31 dicembre 2015.

 

2) Posizioni debitorie scadute, ripartite per natura (finanziaria, commerciale, tributaria, previdenziale e verso dipendenti) e le connesse eventuali iniziative di reazione dei creditori (solleciti, ingiunzioni, sospensioni nella fornitura ecc.):

I debiti commerciali scaduti del Gruppo Prelios sono pari a 12,3 milioni di euro (12,6 milioni di euro a ottobre 2016), oggi ridotti a 7,0 milioni di euro a seguito del pagamento di 5,3 milioni di euro avvenuto nel mese di dicembre.

Tale situazione è riconducibile all’ambito delle usuali relazioni commerciali con i fornitori del Gruppo Prelios.

I debiti commerciali scaduti di Prelios S.p.A. sono pari a 5,5 milioni di euro (6,0 milioni di euro a ottobre 2016), oggi ridotti a 4,3 milioni di euro a seguito del pagamento di 1,2 milioni di euro avvenuto nel mese di dicembre.

In relazione alle posizioni sopra riportate, non sussistono controversie legali o iniziative giudiziali, né iniziative di sospensione dei rapporti di fornitura. Si segnalano solleciti di pagamento rientranti nell’ordinaria gestione amministrativa.

Non si registrano, invece, scaduti di natura finanziaria, tributaria, previdenziale e verso dipendenti.

 

3) Rapporti del Gruppo Prelios e di Prelios S.p.A. verso Parti Correlate:

I rapporti con parti correlate riconducibili a società controllate da Prelios S.p.A. o joint venture e collegate della medesima (c.d. “Infragruppo”), sono relativi a rapporti commerciali e finanziari rientranti nella normale attività di gestione e sono regolati a condizioni di mercato. Non si rilevano operazioni atipiche e/o inusuali.

Si sottolinea che il Gruppo Prelios, a valle della nota operazione straordinaria di separazione delle attività di business relative agli investimenti e co-investimenti immobiliari da quelle relative alle attività di alternative asset management e ai real estate services, valuta con il metodo del patrimonio netto – in continuità di valori – la partecipata Focus Investments S.p.A (beneficiaria dello spin-off), il cui apporto rientra nella voce “Risultato da partecipazioni”.

A seguito della suddetta operazione e della conseguente variazione nella composizione della compagine sociale e degli assetti proprietari, la Società aveva reso noto che i competenti organi societari avrebbero valutato eventuali modifiche od integrazioni da apportare al perimetro delle parti considerate “correlate” alla Società stessa.

Al riguardo, il Consiglio di Amministrazione della Società, riunitosi in data 10 novembre 2016, previo unanime parere favorevole del Comitato per Operazioni con Parti Correlate (il “Comitato OPC”) composto unicamente da Amministratori Indipendenti, con riferimento all’attuale assetto partecipativo di Prelios, ha approvato - tra l’altro -  di non qualificare più Pirelli & C. S.p.A. (“Pirelli”) parte correlata della Società e confermare l’insussistenza di un rapporto di correlazione con Intesa San Paolo S.p.A. (“Intesa”) e UniCredit S.p.A. (“UniCredit”).

Peraltro, la Società ha ritenuto - in via volontaria - di adottare comunque una disciplina ad hoc per specifiche operazioni con Intesa, UniCredit e Pirelli (di seguito anche i “Soci Rilevanti”) che, in estrema sintesi, prevede che (i) le operazioni con i Soci Rilevanti siano opportunamente monitorate; (ii) in caso di operazioni di maggiore significatività, corrispondenti a quelle di maggiore rilevanza ai sensi della disciplina delle parti correlate, vengano applicati i medesimi presidi della Procedura per le Operazioni con Parti Correlate adottata dalla Società (la “Procedura OPC”) previsti per le operazioni qualificate di maggiore rilevanza; (iii) in caso di operazioni che non integrino i richiamati presupposti, ma di controvalore superiore ad Euro 1 milione, il Comitato OPC sia informato e questo potrà richiedere eventuali delucidazioni e/o chiarimenti e, se del caso, fornire indicazioni su eventuali presidi che potrebbe essere opportuno/utile adottare, tenuto conto della natura e delle caratteristiche della specifica operazione o delle contingenti circostanze.

La Procedura OPC adottata da Prelios e la richiamata disciplina per le operazioni con Intesa, UniCredit e Pirelli sono pubblicati sul sito internet della Società.

Una sintesi dei rapporti eventualmente intercorsi con i Soci Rilevanti saranno riportati nella Relazione Finanziaria Annuale.

Si segnala che l’informativa concernente i rapporti verso società collegate, joint venture e altre imprese del Gruppo Prelios, nonché controllate di Prelios S.p.A., riportata di seguito relativamente al mese di settembre 2016, è confrontata con i dati allo scorso 30 giugno 2016 per quanto riguarda la componente patrimoniale, e con i dati al 30 settembre 2015 relativamente alla componente economica. Ciò in quanto il ciclo di fatturazione all’interno del Gruppo ha cadenza sostanzialmente trimestrale e nei mesi intermedi al trimestre non vengono registrate significative scritture contabili relative a stanziamenti attivi e passivi tra le società controllate e le partecipate. Tale fenomeno impatta in particolare le voci Ricavi e Costi operativi, Proventi e Oneri finanziari, Crediti e Debiti commerciali correnti, voci che, pertanto, nei mesi intermedi, non sono solitamente oggetto di variazioni aventi significatività informativa.