AUMENTO DI CAPITALE PIRELLI RE: CHIUSA CON SUCCESSO L'OFFERTA IN OPZIONE

07 Lug 2009
Price sensitive
• SOTTOSCRITTO IL 99,361% DELLE NUOVE AZIONI. RAFFORZATA LA STRUTTURA PATRIMONIALE DELLA SOCIETÀ: SULLA BASE DEGLI ULTIMI DATI PUBBLICI DELLA TRIMESTRALE DI MARZO, IL RAPPORTO TRA DEBITO ED EQUITY PASSA A 0,7 DA 2,8
• I PROVENTI DELL’AUMENTO DI CAPITALE SARANNO UTILIZZATI PER LA RIDUZIONE DELL’INDEBITAMENTO FINANZIARIO, GARANTENDO LA NECESSARIA FLESSIBILITA’ PER LA REALIZZAZIONE DEGLI OBIETTIVI PREVISTI DAL PIANO INDUSTRIALE
• DAL 13 LUGLIO SARANNO OFFERTI IN BORSA 264.768 DIRITTI INOPTATI PER LA SOTTOSCRIZIONE DI CIRCA 5,1 MILIONI DI AZIONI (0,639% DEL TOTALE)

 

Milano, 7 luglio 2009 – Pirelli RE comunica che si è concluso con successo, in data 3 luglio 2009, il periodo di adesione all’offerta in opzione delle azioni ordinarie Pirelli RE rivenienti dall’aumento di capitale scindibile a pagamento deliberato dall’Assemblea straordinaria in data 17 aprile 2009.

Durante il periodo di offerta in opzione, iniziato il 15 giugno 2009 e conclusosi il 3 luglio 2009, sono stati esercitati n. 41.142.801 diritti di opzione e sono state quindi sottoscritte n. 793.468.305 azioni ordinarie Pirelli RE di nuova emissione, pari a circa il 99,361% del totale delle azioni offerte in opzione, per un controvalore complessivo di circa 396,7 milioni di euro.

Al termine del periodo di offerta in opzione, risultano quindi non esercitati n. 264.768 diritti di opzione, che danno diritto a sottoscrivere complessive n. 5.106.240 azioni ordinarie Pirelli RE di nuova emissione, per un controvalore complessivo di circa 2,6 milioni di euro.

Ai sensi dell’art. 2441, terzo comma, del codice civile, i diritti di opzione non esercitati saranno offerti in Borsa, per il tramite di Banca IMI S.p.A., nelle riunioni del 13, 14, 15, 16 e 17 luglio 2009.

Si ricorda che tali diritti di opzione potranno essere utilizzati per la sottoscrizione di azioni ordinarie Pirelli RE di nuova emissione del valore nominale di euro 0,50 ciascuna, godimento 1° gennaio 2009, al prezzo di euro 0,50 per azione, nel rapporto di n. 135 nuove azioni ogni n. 7 diritti. La sottoscrizione delle azioni ordinarie Pirelli RE di nuova emissione dovrà essere effettuata presso gli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli S.p.A. entro e non oltre il 20 luglio 2009, a pena di decadenza.

Pirelli RE - preso atto dell’impegno di Pirelli & C. S.p.A. a esercitare integralmente i diritti di opzione ad essa spettanti nonché della disponibilità della medesima a sottoscrivere le azioni di nuova emissione che, al termine della procedura di offerta di cui all’art. 2441, terzo comma, del codice civile, dovessero risultare non sottoscritte - non ha ritenuto di procedere alla costituzione di un consorzio di garanzia.

L’aumento di capitale ha consentito a Pirelli RE di rafforzare la propria struttura patrimoniale. Sulla base degli ultimi dati pubblici della trimestrale di marzo, il rapporto tra indebitamento e patrimonio netto passa a 0,7 rispetto ad un valore che si attestava a 2,8 alla stessa data. In adempimento agli impegni assunti, come indicato nel prospetto informativo, l’azionista di controllo Pirelli & C. S.p.A. ha esercitato tutti i diritti di opzione ad esso spettanti, sottoscrivendo n. 463.752.540 azioni ordinarie Pirelli RE di nuova emissione, pari a circa il 58,07% delle azioni offerte, per un controvalore complessivo di circa 231,9 milioni di euro. Pirelli & C. S.p.A. ha sottoscritto la quota di sua competenza convertendo in capitale parte del suo credito finanziario verso la Pirelli RE.

La parte rimanente dell’aumento di capitale sottoscritta dal mercato (pari al 98,475% della quota di pertinenza per un controvalore complessivo di circa 164,9 milioni di euro) sarà destinata a ulteriore riduzione dell’indebitamento finanziario, permettendo la necessaria flessibilità per la realizzazione degli obiettivi del Piano industriale.

Il prospetto informativo relativo all’offerta in opzione è a disposizione presso la sede di Pirelli RE (Milano, Via G. Negri n. 10) e di Borsa Italiana S.p.A. (Milano, Piazza degli Affari n. 6), nonché sul sito internet di Pirelli RE (www.pirellire.com).
Deutsche Bank, Banca IMI, Morgan Stanley e Unicredit hanno agito come placement agents.
Consulenti legali di Pirelli RE sono stati lo studio Bonelli, Erede, Pappalardo e lo studio Shearman & Sterling LLP.