Real Estate Pills del 5 settembre, 2016

Sep 05 2016

Economia

G20: bozza documento finale, rilancio economia con ogni strumento

Il leader del G20 marciano verso il consenso di Hangzhou, fatto di rilancio dell'economia facendo leva sugli strumenti possibili, fiscali e monetari: è quanto si dichiara in una bozza del documento finale.

I rischi al ribasso persistono, tra cui lo stagnante stato di commerci e investimenti internazionali, fino alla possibilità che gli stessi mercati finanziari possano ricadere in nuove turbolenze. Per una forte, stabile, sostenibile, bilanciata e inclusiva crescita, i leader faranno leva sulla spesa fiscale, sulla politica monetaria e sulle riforme strutturali. Altri temi critici sono un’economia aperta, il rigetto del protezionismo, la promozione del commercio globale e degli investimenti attraverso sistemi multilaterali di scambio. Infine, lotta e coordinamento contro il terrorismo e impegno ad evitare instabilità sui mercati valutari.

Istat: crescita interrotta, prossimi mesi ancora deboli

Secondo la nota mensile dell'Istat l'economia italiana ha interrotto la fase di crescita, condizionata dal lato della domanda dal contributo negativo della componente interna e dal lato dell'offerta dalla caduta produttiva del settore industriale.

L'indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane è sceso sotto quota 100 per la prima volta dal febbraio 2015, evidenzia inoltre l'Istituto di statistica.

Cgia di Mestre: con accise sui carburanti raccolto il doppio del necessario per ricostruzioni post-terremoto

Gli italiani hanno versato con le accise più del doppio (€ 145 mld) rispetto a quanto speso, € 70,4 mld, per ricostruire tutte e sette le aree duramente colpite dai terremoti che si sono succeduti in questi ultimi decenni (Valle del Belice, Friuli, Irpinia, Marche-Umbria, Molise-Puglia, Abruzzo ed Emilia Romagna). Lo sostiene la Cgia di Mestre, ricordando che sono cinque gli incrementi delle accise sui carburanti introdotti in questi ultimi 48 anni per recuperare le risorse da destinare alla ricostruzione delle zone colpite dal terremoto.

 

Mercato Immobiliare

Nationwide Building Society: Brexit, vola prezzo case GB (ad agosto +5%)

La Brexit non pesa sui prezzi delle case in Gran Bretagna. Ad agosto, secondo quanto riportato dalla Nationwide Building Society, l'aumento è stato dello 0,6% rispetto a luglio e di ben il 5,6% rispetto ad agosto 2015, superando le attese degli analisti. Negli ultimi tre mesi l'incremento registrato è stato dell'1,1%. Il dato sembra smentire le previsioni pessimistiche del post referendum, anche se non tutte le statistiche sono uniformi. Le cifre fornite ieri dalla Bank of England indicavano a luglio un calo nella concessione di mutui ai minimi degli ultimi 18 mesi e gli esperti del mercato immobiliare mettono in correlazione l'aumento dei prezzi con la diminuzione dell'offerta di case sul mercato.

CRIF: ad agosto, +11,5% per domanda nuovi mutui e surroghe

Nuovo report del Barometro CRIF della domanda di mutui da parte delle famiglie italiane, aggiornato ad agosto 2016, che mostra come nel mese di agosto appena concluso il numero delle domande di nuovi mutui ipotecari e surroghe da parte delle famiglie italiane ha fatto registrare un incremento del +11,5% rispetto al corrispondente mese del 2015. In particolare, nel mese di agosto, si registra un ritorno in area positiva dopo due mesi (giugno e luglio) caratterizzati da una variazione negativa ma, soprattutto, si tratta del record, in valore assoluto, relativo al singolo mese di agosto da quando ha avuto inizio la rilevazione del Barometro CRIF. Al contempo, però, si registra una contrazione dell’importo medio, che si è attestato a € 121.918, il valore più contenuto osservato nell’anno in corso.