Real Estate Pills del 3 ottobre, 2016

Oct 03 2016

Economia

OCSE: riforme costituzionali opportune per crescita dell’Italia

Secondo l'Ocse, le riforme costituzionali contenute nel referendum del 4 dicembre sono la chiave per sostenere la crescita dell'Italia. L'Ocse, infatti, appoggia quelle riforme costituzionali che puntano a ridurre l'incertezza politica contribuendo alla creazione di un clima più favorevole per progredire sulla strada della crescita.

Deutsche Bank spaventa le Borse

Deutsche Bank riduce le perdite in Borsa dopo le rassicurazioni del CEO, John Cryan, secondo cui la violenta speculazione sul titolo è ingiustificata, anche alla luce del fatto che il titolo ha solide fondamenta. Le azioni cedono il 4,3% a € 10,41, dopo essere arrivate a perdere fino al 9%.

ISTAT: migliora il deficit, sale il potere d'acquisto delle famiglie

Il rapporto tra il deficit e il PIL, nel secondo trimestre 2016, è stato pari allo 0,2%, in miglioramento di 0,7 punti percentuali su base annua. Lo rileva l'Istat, evidenziando che si tratta del livello più basso dal secondo trimestre 2007. Guardando al dato cumulato, relativo al primo semestre dell'anno, l'indebitamento netto si è attestato al 2,3% del PIL, in calo a confronto con lo stesso periodo dell'anno precedente.

ISTAT: disoccupazione ad agosto ferma all'11,4%

Il tasso di disoccupazione, ad agosto, risulta pari all'11,4%, invariato rispetto al mese precedente, con 2,9 mln di persone in cerca di lavoro. Lo comunica l'Istat. Anche il tasso di occupazione resta stabile al 57,3%, così come il tasso di inattività che resta stabile al 35,2%. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, cioè la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati), risulta invece pari al 38,8%, in calo di 0,4 punti percentuali rispetto al mese precedente. Nella stessa fascia di età, il tasso di occupazione rimane invariato al 16,0%.

 

Mercato Immobiliare

Prime Global Location comparto uffici: Milano al 17° posto

Progressiva ripresa per il trend del mercato immobiliare a uso ufficio che, nei primi sei mesi del 2016, registra un generale incremento dei canoni di locazione e un leggero calo del tempo medio di vacancy, evidenziato soprattutto nei centri di Firenze, Milano e Roma, rispetto al semestre precedete. Tali propositive premesse, rilevate dal Report Mercato Uffici 2016/1 di World Capital, hanno dato l’opportunità all’Italia, precisamente alla città di Milano, con un canone di locazione massimo di 500 euro/mq/anno registrato in Porta Garibaldi, di collocarsi alla 17° posizione della Top 20 delle Prime Global Locations del mercato immobiliare a uso ufficio. Passando in rassegna il podio della classifica, al primo posto troviamo il Regno Unito con il West End di Londra, con un canone di locazione massimo pari a 1.600 euro/mq/anno, mentre al secondo posto si posiziona la città di Hong Kong, dove il canone massimo di locazione di uno spazio a uso office raggiunge i 1.500 euro/mq/anno; infine, al terzo posto, Rio de Janeiro, in Brasile, con un canone massimo di 900 euro/mq/anno.

Knight Frank: Italia è considerata un investimento sicuro a lungo termine

Secondo l'edizione 2016/2017 di Italian View, pubblicazione di Knight Frank Italia sugli immobili residenziali di prestigio presenti sul territorio italiano, l’anno scorso, il mercato italiano delle seconde case ha subito l’influenza di una serie di nuovi fattori. Nonostante le tante fluttuazioni, negli ultimi dodici mesi il mercato si è notevolmente rafforzato, registrando un aumento dei sopralluoghi e delle vendite. L’Italia è considerata un investimento sicuro a lungo termine, principalmente grazie a fattori relativi allo stile di vita, immuni dalle tendenze del momento: Toscana e Umbria rimangono le destinazioni preferite dagli acquirenti.