Real Estate Pills del 28 settembre, 2015

Sep 28 2015

Economia

 

USA: PIL accelera, +3,9% in secondo trimestre

L'economia americana, nel secondo trimestre, è cresciuta del 3,9%, grazie ai consumi cresciuti del 3,6%, oltre le attese degli analisti che scommettevano su un aumento del 3,7%. Le costruzioni residenziali sono cresciute del 9,3%, quelle non residenziali del 6,2%. Il dato del secondo trimestre mostra una ripresa dell'economia americana, dopo il +0,6% del primo trimestre. Per il terzo trimestre, gli analisti prevedono una crescita del 2%.

 

ISTAT: fiducia consumatori più alta da 13 anni

In base ai dati Istat, migliora la fiducia di imprese e consumatori, in Italia, a settembre: l'indice del clima di fiducia dei consumatori aumenta a 112,7 da 109,3 di agosto; l'indice composito del clima di fiducia delle imprese (Iesi), invece, sale a 106,2 da 103,9 e mostra progressi in tutti i settori. Con 112,7 punti la fiducia dei consumatori raggiunge a settembre il livello più alto da oltre 13 anni, per trovare un dato maggiore bisogna tornare a marzo 2002 (114,4). La fiducia delle imprese, poi, è al livello più alto dall'inizio della crisi: i 106,2 punti segnati dall'indice Iesi a settembre sono un record da novembre 2007.

 

ISTAT: commercio, segnali di ripresa dei consumi a luglio

Secondo i dati diffusi dall’ISTAT, tenendo conto della variazione dei prezzi al consumo, emergono segnali di ripresa dei consumi di beni in termini reali. A luglio 2015, l'indice in volume delle vendite al dettaglio registra infatti variazioni positive dello 0,4%, rispetto a giugno 2015, e dell'1,7%, rispetto a luglio 2014.

 

ISTAT: industria, corrono ordinativi (+10,4% a luglio)

L’ISTAT comunica che a luglio 2015 gli ordinativi dell'industria sono in crescita dello 0,6% rispetto al mese precedente, e del 10,4% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Si tratta del secondo aumento consecutivo a due cifre su base tendenziale. L'incremento maggiore è per la fabbricazione di mezzi di trasporto (+61,3%). Inoltre, il fatturato dell'industria cala dell'1,1% a luglio 2015 rispetto a giugno, ma aumenta del 2,3% rispetto allo stesso mese del 2014, nel dato corretto per gli effetti di calendario.

 

 

Mercato Immobiliare

 

BCE: in agosto prestiti bancari famiglie +1,0% (casa +1,6%), imprese +0,4%

Secondo i numeri diffusi dalla BCE sull'andamento dei prestiti bancari nell'Eurozona nel mese di agosto, nessun boom nell'offerta di credito, ma un costante e lento miglioramento. I prestiti alla famiglie sono aumentati dell'1,0% su base annuale (+0,9% a luglio), nei fatti sono stati concessi nuovi prestiti bancari per complessivi € 8 mld così distribuiti: € 2 mld al credito al consumo (+2,6% su base annuale); € 6 mld per l'acquisto della casa (+1,6%); altri prestiti per € 1 mld (-0,5%). Dal lato delle imprese, i prestiti sono aumentati dello 0,4% su base annuale (+0,3% a luglio), nei fatti sono stati concessi nuovi prestiti per € 1 mld, in frenata rispetto al mese di luglio (€ 13 mld). I prestiti alle imprese sono aumentati dello 0,2% per la categoria fino a 12 mesi; del 3,2% per quelli oltre 12 mesi ma inferiori a cinque anni, mentre per quelli superiori a cinque anni si è registrata una contrazione dello 0,3%.

 

Moody's: Italia, il taglio delle tasse sulla casa è negativo per il rating

Moody's ha ritoccato al rialzo le previsioni di crescita dell'economia italiana per il biennio 2015-2016, ma al tempo stesso ha alzato la stima sul deficit di bilancio del prossimo anno. E in un rapporto di aggiornamento sul Belpaese ha avvertito che i propositi di abolizione delle tasse sulla casa espressi dal governo Renzi hanno implicazioni negative per il rating, dato che le tasse sulle proprietà sono una fonte stabile di entrate e creano meno distorsioni rispetto ad altre imposte. Invece, i tagli previsti alle tasse su lavoro e imprese, se dotati di coperture, prosegue Moody's, hanno ricadute positive per il rating. Moody's attualmente da una valutazione Baa2 sull'Italia, con un outlook stabile.